La farinata di cavolo nero, ricetta tradizionale

Buona serata a tutti e buon sabato. Finalmente siamo a Marzo, tra un pò arriverà la Primavera e speriamo che arrivi anche la tanto attesa "mezza stagione"! ...con quelle giornate belle piene di sole ma con una temperatura mite che ti permette di stare all aria aperta e fare delle belle girate, di andare al parco con i bambini e di prendere e fare una bella biciclettata...
Per ora però qui piove da una settimana....ci stiamo rimettendo dalla passata influenza piano piano ed oggi giornata intensa di preparazione per il pranzo di domani dove il bimbo Francesco e il nonno Nazzareno spengeranno le candeline....in settimana spero di postarvi tutte le ricettine....intato corro a cucinare....
Vi auguro buona serata e vi lascio una ricetta tipica delle mie parti...la farinata...buon week end a tutti!!!



La farinata di cavolo nero
La farinata di cavolo nero


La farinata di cavolo nero
La farinata di cavolo nero


INGREDIENTI per circa 3 4 persone
Fate un bel soffritto con tutti gli odori (sedano, cipolla e carota), aggiungete il chiodo di garofano.
Fate cuocere una decina di minuti a fuoco basso.
Nel frattempo pulite e lavate il cavolo nero, togliete la parte più dura dei gambi e tagliate il resto delle foglie e striscioline piuttosto sottili. Mettetelo a cuocere con gli odori ed il concentrato di pomodoro, salate e pepate quanto basta e lasciate cuocere ricoperto di acqua per una oretta.
Quando il cavolo sarà cotto togliete il chiodo di garofano e aggiungete la farina di polenta. Lasciate cuocere piano piano fino a cottura della farina gialla, aggiustate di sale .
Servite calda con un filo di olio extra vergine di oliva.

Commenti

  1. Mai titolo di blog fu piu' azzeccato!!! Sento il profumino della tua zuppa da qui!
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  2. Sublime, ti ringrazio della ricetta, un caro saluto.
    Gianni B.

    RispondiElimina
  3. Non conosco questo piatto, ma dev'essere molto buono, buon fine settimana :)
    Rosalba

    RispondiElimina
  4. Visto che ho un bel mazzo di cavolo nero in frigo, la provo e ti faccio sapere...cri

    RispondiElimina
  5. Ma che ricetta deliziosa cara, non la conoscevo, grazie mille, segnata.Buona domenica.

    RispondiElimina
  6. Splendida ricetta Ilenia, deve essere squisitissima!!
    Un bacione e buona domenica
    Carmen

    RispondiElimina
  7. Bellissima Ilenia! Il cavolo nero mi piace un sacco ma è così diffice da trovare!!! Sei stata bravissima!!! un bacione e buona domenica!

    RispondiElimina
  8. Mai mangiata la farinata di cavolo nero, deve essere deliziosa! Anche nonno Giorgio oggi festeggia il suo compleanno, auguri a tuttiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri nonno giorgio! A marzo a casa mia è tutto un festeggiare!

      Elimina
  9. Mai assaggiata questa farinata... e nemmeno il cavolo nero! Mi incuriosisce.. ha un aspetto così invitante!
    Da provare.. non appena trovo questo curioso cavolo.. ;-)
    Un abbraccio.
    Incoronata.

    RispondiElimina
  10. Ciao...sto facendo la tua farinata, posso pubblicarla domani per una raccolta di ricette vegane citandoti come fonte?
    Aspetto consenso baci cri

    RispondiElimina
  11. Ciao! adoro questo piatto, sai è un piatto tipico della mia città ma mi pare di aver letto che è tipico anche delle tue parti? Forse abitiamo nella stessa regione, o addirittura nella stessa città. Comunque ti voglio fare il complimenti per il blog, noto che è partito alla grande. mi sono unita ai tuoi followers. Se ti va di passare a trovarmi sarebbe un piacere. Ciao, a presto.

    RispondiElimina
  12. Che meraviglia questa zuppa, che non conoscevo, grazie Ilenia!!!!

    RispondiElimina
  13. Buono adoro il cavolo nero e anche la polenta ciaooo buona settimana.

    RispondiElimina
  14. e io i baffi me li faccio spuntare per leccarmeli, questa ricetta è di un buono strepitoso! Baci Ile <3

    RispondiElimina

Posta un commento

Ciao a tutti, qui potete sbizzarvi e condividere con me le vostre opinioni, idee, suggerimenti, critiche, sensazioni...sarò felice di trovare una qualunque traccia del vostro passaggio e di poter avere una pur piccola conversazione con voi...